La mappa di Mira

Tocca la mappa e scopri i punti d'interesse!

La mappa di Mira
Bianco Respiro Armonia Capo dei Re Forza dell'Orso Genesi delle Acque Wahat Al'Ard Gul’Faskar Kar-Amaz Alta Fronda Torre degli Emendari

Bianco Respiro

Bianco Respiro è la città più fredda dell’Impero. Fu costruita durante il primo secolo d’Impero ed è l’unica città di Mira a non avere origini pre-imperiali.
Bianco Respiro è celebre per i suoi cantieri navali e per le sue miniere, ma è anche meta di mercanti e artigiani.
La Signora di Bianco Respiro è Isolde Grendel Mezzalancia, famosa per le sue doti di guerriera e riconosciuta in tutto l’Impero per
la sua modesta altezza e il suo pessimo carattere.

Armonia

Capitale dell’Impero, Armonia è la più grande città di Mira e sede di svariate istituzioni imperiali.
La città è costituita da grandi isolotti a strapiombo sul Mare di Mezzo e collegati da meravigliosi ponti di pietra decorati con statue e bassorilievi.
Nel Palazzo Imperiale si incontra il Consiglio dei Nobili e sporadicamente è possibile osservare l’Imperatrice Astoria Harvald del Prodigio, affacciata ad ammirare i giardini che costeggiano l’imponente costruzione o il Mare Stretto.

Capo dei Re

Quando ancora l’Impero non esisteva e i maghi controllavano Mira, Capo dei Re era la città principale degli uomini ed era dominata da un triumvirato di sovrani. Oggi Capo dei Re è una città dell’Impero, sede della Gilda dei Deidar, del quartier generale dell’Inquisizione e del campo addestramento della Milizia. La città e il feudo da cui prende il nome sono controllati dal Conte Uther Tilden Toccafuoco che la osserva dall’alto della sua Fortezza a strapiombo sul Mare Freddo.

Forza dell'Orso

Nata come insediamento militare, oggi la città di Forza dell’Orso è l’orgoglio dell’Impero, con una solida cinta muraria e un bastione definito inespugnabile. Presso Forza dell’Orso si trova la sede dei Gufi di Ferro, che operano in collaborazione con l’Impero e i soldati della milizia per difendere i confini dalle scorrerie di banditi e orchi. Il Marchese Hildebrand Liburn Elmospaccato governa Forza dell’Orso e tutta la marca fino ai confini più orientali dell’Impero.

Genesi delle Acque

Nata come piccolo villaggio presso la sorgente dell’Ampio Fiume, oggi Genesi delle Acque è una città molto rinomata per i suoi allevamenti e le sue miniere. Genesi delle Acque è strutturata su più livelli e tagliata in due dall’Ampio Fiume. Il Conte di Genesi delle Acque è Darius Saymour Passoincerto figlio del Conte d’Oca Melias Saymour.

Wahat Al'Ard

Nata per volere del Tiranno Faaris la città di Wahat al’ard, nella Valle Arida a sud-est di Armonia, ospita il Tempio della Terra dove lo Shià Akmet celebra i suoi riti agli Ancestori. La città sorge nei pressi di un’oasi, e dalla sua fondazione gode di una parziale indipendenza dall’Impero. Wahat Al’Ard è un luogo di commercio, un punto di ristoro per i viaggiatori diretti a sud e meta di pellegrinaggio per molti pagani di Mira.

Gul’Faskar

Gul’Faskar si sviluppa attorno a un gigantesco tendone dove risiedono il capovillaggio della tribù Agol’Tar e l’arena dei combattimenti. Attualmente il capo degli Agol’Tar è Skan Erga Tal (Senzocchio) il quale prende tutte le decisioni sotto consiglio dello sciamano Grish’Regig (Manisporche). Gli orchi del clan degli Agol’Tar hanno un patto di non belligeranza con l’Impero firmato durante il regno dei Saymour, ma da quando questi hanno dovuto abdicare in favore della giovane Harvald pare che il trattato possa invalidarsi.

Kar-Amaz

A sud-est di Genesi delle Acque e oltre il Lago Agitato vi è l’accesso alle antiche miniere di Kar-Amaz e alla sontuosa dimora dei Dwall. Kar-Amaz è parzialmente allagata dalle acque dell’ Ampio Fiume e proprio al centro di un enorme canale solcato da piccole imbarcazioni di legno e metallo è possibile osservare il grande palazzo di Vergrin, figlio di Erin, detto il Sapiente attualmente alleato con l’Impero principalmente per scopi commerciali.

Alta Fronda

Al centro della Foresta del Vespro e sulla sponda sud del Lago Edelen sorge la grande città di Alta Fronda, ultima dimora dell’antico popolo dei nemìl (volgarmente chiamati elfi). Il palazzo di Alta Fronda ospita la casa dei Jaed, oramai vassalli imperiali secondo la Carta dell’Alba, in cui si attesta il Signore Golian Jaed Biancamano come Marchese dell’Impero e protettore dei confini.

Torre degli Emendari

Costruita sul cratere dove in antichità precipitò il Mirari, la Torre degli Emendari è famosa per i grandi rotoli di pergamena che vengono usati dagli Emendari per comporre pergamene in grado di lanciare incantesimi arcani.